Categoria
Attualità

Il lato oscuro del web, dove la diversificazione e l’empowerment lasciano il posto all’iper-conformismo e al diffondersi di rabbia e sconforto. L’incontro approfondirà il fenomeno della “tecno-tristezza” che i social media dominanti producono spingendo i propri utenti a un utilizzo compulsivo delle app ed esponendoli a un numero sempre crescente di annunci personalizzati. Come possiamo de-costruire, a livello europeo, questi “mercati delle predizioni”?

 

Incontro in lingua inglese con traduzione simultanea.

Ospiti

Geert Lovink

Teorico dei media e critico di internet, Geert Lovink è autore di numerose pubblicazioni tra cui: Uncanny Networks (2002), Dark Fiber (Sossella 2002), Internet non è il paradiso: reti sociali e critica della cibercultura (Apogeo 2003), Zero comments: teoria critica di internet (Bruno Mondadori 2007), Ossessioni collettive: critica dei social media (Egea Università Bocconi 2012), L'abisso dei social media.

Introduce

Stefano Quintarelli

Nel 1989, ancora studente, ha fondato MI.NE.R.S. (Milano Network Researchers and Students), la prima associazione telematica studentesca italiana che ha realizzato la prima rete indipendente di posta elettronica in Italia ed il primo sistema telematico per l'iscrizione ad esami universitari. Imprenditore seriale e già professore di sistemi informativi, servizi di rete e sicurezza. Fondatore di I.NET, il primo Internet Provider italiano, ha avuto un ruolo primario nella creazione e nello sviluppo dell'ecosistema Internet italiano.