Categoria
Attualità

Nell’epoca dei social media, tristezza, disagio e distrazione sembrano ubiqui. Non appena smettiamo di cliccare, navigare, scorrere e “likare”, ci resta solo un senso di noia, di torpore, di vuoto. È una questione di progettazione: i nostri stati d’animo patologici sono codificati fin dal principio nell’architettura delle piattaforme. Lovink ci presenta una lucida analisi del mondo digitale attuale.

Ospiti

Geert Lovink

Teorico dei media e critico di internet, Geert Lovink è autore di numerose pubblicazioni tra cui: Uncanny Networks (2002), Dark Fiber (Sossella 2002), Internet non è il paradiso: reti sociali e critica della cibercultura (Apogeo 2003), Zero comments: teoria critica di internet (Bruno Mondadori 2007), Ossessioni collettive: critica dei social media (Egea Università Bocconi 2012), L'abisso dei social media.